Attrezzatura e preparazione fisica

Attrezzatura, abbigliamento, cibo e bevande

Calzature: per lo svolgimento di tutte le attività sono richiesti degli scarponcini da trekking con suola antisdrucciolo per prevenire gli scivolamenti ed eventuali cadute. Qualora la difficoltà della gita richiedesse l’utilizzo di scarponi più pesanti e protettivi, ciò vi sarà comunicato all’atto dell’iscrizione. Per quanto riguarda l’escursionismo invernale con le racchette da neve, è opportuno indossare degli scarponcini da trekking meglio se di materiale impermeabile. Sono altresì utilizzabili anche doposci ad eccezione dei Moon Boot perchè troppo ingombranti. L’utilizzo delle ghette può essere utile in neve fresca per non bagnarsi. Utilizzate anche delle calze termiche e confortevoli…in particolar modo se volete effettuare le ciaspolate serali considerate le temperature rigide che si possono incontrare nei mesi invernali..fino a -15/20 °C. Se dovete acquistare un nuovo paio di scarponcini vi consigliamo di provare le vostre calzature prima di effettuare l’escursione per evitare fastidiose vesciche…mi raccomando non prendete delle taglie troppo piccole perchè i vostri piedi avranno la tendenza a gonfiare durante l'escursione.

 

Ciaspole  e bastoncini: le  racchette  da neve e  i  bastoncini  sono forniti  gratuitamente.  Quest’ultimi  servono  per mantenere  l’equilibrio  e  facilitare la progressione. Su richiesta si possono anche fornire delle ciaspole per bambini al prezzo  di  10  euro al  paio. Se  volete  portare  il  vostro  materiale siete liberi di farlo ma ciò non inciderà sulle tariffe.

 

Abbigliamento: i  neofiti  dell’escursionismo  in  montagna  hanno  generalmente  la  tendenza  a coprirsi  troppo. È   consigliabile  vestirsi  « a cipolla »  con  più strati  in  maniera  tale da poter indossare e sfilare i diversi capi durante la marcia.  In  generale  ci si  sveste  in  salita  e  ci  si  copre  in  discesa. Per  questo  motivo  è   opportuno  prevedere l’utilizzo  di  uno zainetto  (30 litri  di  capacità  sono  più  che sufficienti per le attività di un giorno)  nel  quale  potete  anche  riporre   eventuali    vivande  e  bevande,borracce,  berretti  di  lana,   guanti,   crema  solare, occhiali  da  sole,  sciarpe. Qualunque  sia  la meteo  dovete  sempre  avere  con  voi  un capo impermeabile, dei  guanti, un  berretto  di lana e gli occhiali da sole….non dimenticate anche crema  solare  e  in  primavera/estate cappellino  con visiera/bandana. E  altresì opportuno portare  una  maglietta   intima di  ricambio da  indossare  alla fine  dell’ascensione: se  possibile  utilizzate   quelle    con   i  materiali  tecnici che  permettono  la  traspirazione e l’evaporazione del  sudore, senza inzupparsi di acqua come succede  con il cotone!

 

Attrezzatura  per  dormire: in  estate  un  semplice  sacco  letto  è  più  che  sufficiente  perchè i rifugi di montagna dispongono di coperte di lana. Il  sacco-letto  ha  il vantaggio di  essere  più leggero di un sacco a pelo tradizionale. In caso di pernotti in bivacco è invece raccomandabile dotarsi di un sacco a pelo e di una stuoia.

 

Per un week-end in rifugio dovrete aggiungere: sacco letto, vestiti di ricambio (pantaloncini corti + pantaloni lunghi, + T-shirt+magliette con maniche lunghe termiche+windstopper), mantella per pioggia e coprizaino, lampada frontale e accessori  per toilette, farmacia personale e coltellino multiuso. Lo zaino deve essere più capiente (almeno 40 litri) ma con un peso se possibile non superiore agli 8-9 Kg.

 

Per una ciaspolata serale in inverno dovrete aggiungere : calza maglia, lampada frontale, doppio paio di guanti e doppio paio di calze

Preparazione fisica ed alimentazione

La vostra condizione fisica:  la maggior  parte  dei  nostri  trekking  vi  accompagnano  ad una scoperta tranquilla e conviviale  della  montagna e non richiedono null’altro che una attività fisica regolare in settimana che la maggior parte  di  noi  pratica. Un   allenamento  fisico   inesistente  o  insufficiente  può  tuttavia  compromettere  la riuscita  di  una escursione. Diventa quindi fondamentale adattare la vostra escursione alle vostre capacità fisiche..vedi la sottosezione  Difficoltà Tecniche di questo sito.

 

Alimentazione  e  idratazione :   sono  i  carburanti  del  vostro « motore ». Per  ottimizzare  le  sue  performances dobbiamo  alimentarlo  correttamente. Visto che l’escursione è principalmente uno sforzo di durata, è opportuno che il giorno prima assumiate zuccheri a lenta assimilazione (pasta, riso, patate, pane….) e durante la gita zuccheri a rapida assimilazione (cioccolato,  frutta secca,  barrette energetiche). L'idratazione  deve essere regolare e sufficiente: bevete prima  di  avere  sete  all'incirca ogni mezz'ora in piccole quantità; senza apporto idrico potete perdere fino al 40% delle vostre potenzialità fisiche di resistenza allo sforzo e in più beneficerete di un migliore recupero ed eviterete fastidiosi crampi. Ecco perchè è quantomeno opportuno portare con sè nello zaino 1 litro di acqua e una borraccia da riempire durante l'escursione.

 

 

 

 

 

Escursioni in Valle d'Aosta

..there’s a whole valley to discover between you and me!